martedì 18 luglio 2017

Review: La forza del silenzio: Contro la dittatura del rumore

La forza del silenzio: Contro la dittatura del rumore La forza del silenzio: Contro la dittatura del rumore by Robert Sarah
My rating: 4 of 5 stars

"Se le nostre intelligenze non sanno più fermare gli occhi, se non sappiamo più tacere, allora saremo privati del mistero, della sua luce che è al là delle tenebre, della sua bellezza che è oltre ogni bellezza. Senza il mistero, siamo ridotti alla banalità delle cose terrene. Spesso mi chiedo se la tristezza delle società urbane occidentali, in cui dilaga la depressione, il suicidio e il disagio morale, non derivi dalla perdita del senso del mistero. Perdendo la capacità di fare silenzio davanti al mistero, gli uomini si privano delle sorgenti della gioia. In effetti, si ritrovano soli al mondo, senza niente che li superi e li sostenga ..."

"La civiltà moderna non sa tacere. Continua sempre nel suo monologo.. La società postmoderna rifiuta il passato e guarda al presente come un mero oggetto di consumo; vede il futuro attravreso i raggi di un progresso pressocchè ossessivo. Il suo sogno, divenuto triste realtà, era di rinchiudere il silenzio in una prigione umida e scura.

C'è ormai una dittatura della parola, una dittatura dell'enfasi verbale. In questo teatro di ombre, non rimane che una ferita purulenta di parole meccaniche, senza valore, senza verità e senza fondamento. Molto spesso, la verità non è altro che una pura e mendace creazione mediatica corroborata da immagini e testimonianze prefabbricate. E la parola di Dio, quindi è oscurata, resa inaccessibile e inudibile. La postmodernità è un'offesa e un'aggressione permanente contro il silenzio divino. Dalla mattina alla sera e dalla sera alla mattina il silenzio non ha più alcun diritto; il rumore vuole impedire a Dio stesso di parlare. In questo inferno di rumore, l'uomo si disgrega e si perde; è frammentato in altrettante inquietudini, fantasmi e paure.

Per uscire da questi tunnel depressivi, l'uomo desidera disperatamente il rumore perchè gli dia qualche consolazione. Il rumore è un ansiolitico ingannatore, che dà assuefazione, è menzognero. Il dramma del nostro mndo non si potrà mai comprendere che nel furore di un rumore privo di senso che odia ostinatamente il silenzio. Quest'epoca detesta ciò a cui ci porta il silenzio: l'incontro, lo stupore e l'inginocchiarsi davanti a Dio."


View all my reviews

Post in evidenza

Qualcosa, niente e tutto ...

Questa frase, a dir poco, è tutto un mondo. Scritta e pensata in un contesto poetico, è oggi quanto mai attuale e idonea per riflettere ...