martedì 20 marzo 2012

I miei libri sulla biblioteca virtuale di aNobii

Biblioteca Richelieu Parigi
Sono esattamente 2402 i libri che ho inserito nella libreria virtuale di aNobii. Non sono pochi, ma non sono molti se si pensa a quanti libri ci sono al mondo. Libri del passato, libri del presente ed anche libri del futuro. Di quelli che sono ancora in fasce, nel cassetto, nella mente dell'autore. Ecco, di questo ho deciso di occuparmi anche in questo blog. Non inseguirò i libri che ci sommergono giorno dopo giorno, non mi è possibile farlo. Non ho i soldi, il tempo, la velocità, la memoria per comprare, registrare, leggere, scrivere tutto ciò che si scrive e si pubblica sui libri, nei libri, con i libri. E così vi parlerò dei miei duemila e più libri che ho registrato e sto commentando su aNobii, il network sociale dedicato esclusivamente ai libri. Ho già parlato di questo sito in un post dedicato all'argomento. Ho deciso di riflettere sull'argomento affrontando di volta in volta un particolare aspetto che riguarda questa mia collezione. Parlerò degli argomenti, degli autori, degli editori, dei luoghi collegati ai libri, delle persone che eventualmente mi ricordano, le occasioni di incontri, letture, ricerche, discussioni, degli amici e dei nemici con i quali ho condiviso le scelte, la lettura, il furto, lo scambio. Insomma, tutto un mondo nascosto, fatto di ricordi, impressioni, allusioni e visioni, reali o immaginarie. Questo è il vero senso della bibliomania, un’idea di vita, appunto, un mondo a sè fatto di sensazioni, impressioni, illusioni. Cartacee e virtuali, antiche e moderne, comuni o straordinarie, costituiscono la vita degli uomini. Ecco perchè: "ogni uomo è un libro, ogni libro è un uomo". Ieri come oggi. Oggi come domani. Per finire ecco la preghiera del Bibliomaniaco scritta da Eugene Field e da me tradotta liberamente:

The Bibliomaniac's Prayer
La preghiera del Bibliomane


Keep me, I pray, in wisdom's way
That I may truths eternal seek;
I need protecting care to-day,--
My purse is light, my flesh is weak.

Mantienimi la testa, mio Signore, ti prego,
Che io possa sempre cercare la Verità;
Oggi ho bisogno di essere protetto,
Il mio portafoglio è vuoto, la carne è debole.

So banish from my erring heart
All baleful appetites and hints
Of Satan's fascinating art,
Of first editions, and of prints.

Aiutami a non bandire dal mio cuore errante
Tutti gli appetiti e le tentazioni
Del fascinoso Satana,
Quelle delle prime edizioni o delle stampe.

Direct me in some godly walk
Which leads away from bookish strife,
That I with pious deed and talk
May extra-illustrate my life.

Indirizzami su sentieri sicuri
Che portano lontano dalla guerra dei libri,
Fa che io possa allietare la mia vita
Con pii desideri e nobili discorsi.

But if, O Lord, it pleaseth Thee
To keep me in temptation's way,
I humbly ask that I may be
Most notably beset to-day.

Ma, Signore, se ti fa piacere
Di tenermi in tentazione,
Ti chiedo umilmente 
Di essere placato oggi.

Let my temptation be a book,
Which I shall purchase, hold, and keep,
Whereon when other men shall look,
They'll wail to know I got it cheap.

Che la mia tentazione sia un libro,
Che comprerò, terrò tra le mani e conserverò,
Fa che gli altri quando lo vedranno
Possano dire che l'ho comprato a buon prezzo.

Oh, let it such a volume be
As in rare copperplates abounds,
Large paper, clean, and fair to see,
Uncut, unique, unknown to Lowndes.

Fa che questo volume sia pieno di rare stampe,
Abbia grandi pagine, sia bello a vedersi,
Intonso, unico e sconosciuto a tutti.

-- Eugene Field --
(1850-1895) 


Post in evidenza

Qualcosa, niente e tutto ...

Questa frase, a dir poco, è tutto un mondo. Scritta e pensata in un contesto poetico, è oggi quanto mai attuale e idonea per riflettere ...